THE POINT OF PERCEPTION

2009, Madi Boyd (UK)

The Point of Perception è un progetto collaborativo tra l’artista Madi Boyd e i neuroscienziati Mark Lythgoe e Beau Lotto.

Il progetto è un’installazione artistica immersiva che esplora le ambiguità della percezione. Usa l’illusione nello spazio per disorientare, offrendo allo spettatore le informazioni visive sufficienti per essere al “punto critico” della comprensione percettiva.
È un ambiente incerto, astratto, ma spettacolare, progettato per sopraffare lo spettatore.

The Point of Perception cerca di individuare quando e come una forma emerge da un campo visivo privo di forme.

L’opera è visivamente accattivante e crea un emozionante momento esperienziale per gli spettatori oltre a permettere loro di riflettere sulla consapevolezza della propria percezione.

Pertanto non è semplicemente l’illustrazione di un’illusione o un esperimento scientifico, ma fornisce un’esperienza artistica alla quale le persone di qualsiasi età possono prender parte e con la quale divertirsi.

Le illusioni ci ricordano che ciò che vediamo non è un riflesso di ciò che è “là fuori” ma mostra ciò che è stato utile vedere per gli esseri umani in passato, e conferma quanto sia robusto il sistema visivo umano.
L’installazione si chiede perché ci piacciono le illusioni e quali sentimenti generino.

La natura astratta del lavoro consente alle persone di provare una serie di sentimenti e creare le proprie narrazioni, e quindi capire qualcosa di più su sé stessi.

Madi Boyd

Indica la tua mail per essere aggiornato sull’inaugurazione della mostra e le iniziative di Illusion!