SIGNIFICANT BIRDS

2013, Nye Parry (UK)

In Significant Birds l’ascoltatore si trova di fronte a dodici gabbie di uccelli, ciascuna con un piccolo altoparlante. Da ognuno di questi esce un semplice “cinguettio”, che in realtà è un’unica onda sinusoidale estratta dalla registrazione di una voce umana.

Quando sentiamo una voce, l’orecchio la scompone in singole frequenze che sono ricostituite dal cervello nel suono comprensibile che sentiamo.

Quando tutti e dodici sono in azione e in sincrono, chi ascolta sente quella voce ricostruita, sebbene nessun altoparlante contenga più di un suono “parziale”.

Significant Birds si concentra sulla voce perché è probabilmente il suono più riconoscibile nella cultura umana e siamo predisposti a prestare attenzione alle voci ogni volta che le sentiamo.

Scrittori come Richard L. Gregory hanno indagato su come le illusioni mettano a nudo le ipotesi percettive con cui ci poniamo in relazione al nostro ambiente.

Mentre in genere gli esempi di questo tipo sono tutti tratti dal dominio visivo, Significant Birds lavora sulla teoria uditiva e la percezione del suono – e in particolare sulla percezione di linguaggio umano – completando e mettendo in contrasto entrambe con gli oggetti in esposizione.

L’installazione inoltre evidenzia caratteristiche comuni all’udito e alla vista, principi di riconoscimento ed analisi di modelli connettivi e le loro differenze, come ad esempio l’importanza del consapevolezza temporale e spaziale nella percezione del suono.

Nye Parry

Indica la tua mail per essere aggiornato sull’inaugurazione della mostra e le iniziative di Illusion!