BOTTLE MAGIC

2000, Jeff Scanlan (US)

La bottiglia impossibile è una specie di puzzle meccanico. È una bottiglia con un oggetto all’interno che apparentemente non sembra poter passare dal collo della bottiglia. L’illusione perciò consiste nella domanda: come è riuscito a entrarci?

Queste bottiglie non sono state tagliate, scaldate o raffreddate e non sono state soffiate intorno all’oggetto. Non sono state manipolate in alcun modo, in alcuna forma e in alcuna maniera.
Tutti gli oggetti imbottigliati sono perfettamente intatti.

Nel 1996, lessi un articolo sulla morte di Harry Eng e la sua incredibile arte delle bottiglie impossibili. Volevo capire come venissero realizzate.
Purtroppo, essendo questa forma d’arte estremamente complessa, laboriosa e occulta, feci fatica a trovare informazioni. Decisi così di pensare come un mago, passando i successivi tre anni e mezzo a distruggere molte bottiglie e rovinare centinaia di mazzi di carte, insieme ad altri oggetti, alla ricerca del segreto di quest’arte.

Raggiunsi finalmente l’obiettivo quando riuscii a mettere dentro una bottiglia una saponetta di Lava, ancora confezionata. Da allora, come Harry Eng, iniziai a mettere, mazzi di carte, palline da baseball, ping-pong, tennis e golf. Riuscii poi a mettere anche un paio di forbici, dei lucchetti, dei cavatappi e varie paia di scarpe sportive.

Mi sentii come se stessi mantenendo viva l’eredità di Harry, ricreando il suo lavoro con le bottiglie.

Jeff Scanlan

Indica la tua mail per essere aggiornato sull’inaugurazione della mostra e le iniziative di Illusion!